La parola agli studenti: prima assemblea studentesca alla Martiri

Il 7 febbraio si è svolta nella nostra scuola la tanto attesa prima assemblea studentesca. Gli alunni si sono divisi in gruppi per discutere e confrontarsi su alcuni temi che li appassionano e interessano.

Un gruppo si è concentrato sull’atteggiamento pessimo di alcuni studenti della nostra scuola nei confronti degli spogliatoi della palestra. La proposta emersa è stata quella di eleggere in ogni classe un controllore anonimo che riferisca alla professoressa di educazione fisica i nomi di coloro che non rispettano questo ambiente.

Un altro gruppo ha proposto di sforzarsi nella cura dell’ambiente con azioni pratiche come eliminare la plastica dalla nostra mensa e spegnere le luci quando fuori c’è il sole per ridurre gli sprechi, hanno inoltre proposto la distribuzione di alcuni volantini per sensibilizzare i genitori a ridurre lo smog spegnendo il motore delle auto quando sono in attesa all’uscita di scuola.

Il 3° gruppo ha avuto un’idea molto applaudita ossia quella di organizzare dei pomeriggi di gioco con merenda a pagamento e con i fondi così ottenuti autofinanziare un orto della scuola e il mantenimento dello stagno.

Il 4° gruppo ha chiesto ai docenti di organizzare più incontri con personaggi esterni alla scuola che hanno una storia da raccontare. Hanno proposto anche per le classi 3 l’autogestione per un giorno l’anno almeno.

Altri studenti hanno proposto di organizzare un torneo della plastica, a cui possono partecipare tutte le classi, come premio per la classe più virtusa nel riciclo della plastica hanno proposto un aumento di ore di una materia a scelta degli alunni.

Al termine dell’assemblea tutti i gruppi si sono riuniti in un grande cerchio e uno alla volta i vari portavoce hanno esposto oralmente tutte le idee nate durante la discussione. E’ stato un pomeriggio entusiasmante e coinvolgente: noi ragazzi ci siamo sentiti capaci di cambiare la scuola in meglio e poi magari anche il mondo…

Anonymous e Vanesca

Lascia un commento