Astronomia in poche parole

ASTRONOMIA

L’astronomia è la scienza che si occupa dell’osservazione e della spiegazione degli eventi celesti. Studia le origini e l’evoluzione, le proprietà fisiche, chimiche e temporali degli oggetti che formano l’universo e che possono essere osservati sulla sfera celeste, da non confondere con l’astrologia perché è un complesso di credenze e tradizioni, prive di fondamento scientifico, secondo cui le posizioni e i movimenti dei corpi celesti rispetto alla Terra influiscono sugli eventi umani collettivi e individuali.

Lo spazio è formato da stelle, galassie, buchi neri, corpi celesti ecc… .

Inizierei a parlare del sistema solare: Il sistema solare è un sistema costituito da una varietà di corpi celesti mantenuti in orbita dalla forza gravitazionale del Sole. È formato da 8 pianeti che sono Mercurio, Venere, Terra, Marte, Giove, Saturno, Urano, Nettuno. Solo il Sole costituisce il 92.2% dell’intero sistema solare. Il Sole è la stella del nostro sistema solare, è classificata come nana bianca, è di dimensioni medio-piccole costituita dal 74% da idrogeno, il 24/25% da elio.

Le stelle posso essere di diverso tipo: supergiganti, giganti rosse, nane, nane gialle, nane bianche, nane brune, nane rosse e stelle di neutroni.

Lo spazio è formato anche da galassie ovvero un insieme di stelle, pianeti, polvere, gas, sistemi planetari ecc… . Le galassie sono oggetti vastissimi di dimensioni estremamente variabili; variano dalle più piccole galassie nane, contenenti poche centinaia di milioni di stelle Nella maggior parte dei casi al centro di una galassia è situato un buco nero, corpi celesti con un campo gravitazionale così intenso da non lasciare sfuggire né la materia né la luce. Hanno una regione dello spaziotempo con una curvatura sufficientemente grande che nulla dal suo interno può uscire, nemmeno la luce. Hanno una zona chiamata orizzonte degli eventi o punto di non ritorno: quando la materia supera questo punto non può più sfuggire.

Quando le stelle terminano il proprio ciclo di vita possono trasformarsi in cose diverse, (dipende tutto dalle dimensione e dalla grandezza della stella). Se la stella è super massiccia si trasforma in un buco nero oppure una stella di neutroni, se le dimensioni delle stelle sono medio-piccole esse esplodono in supernove.

In particolare, le stelle di neutroni sono compatte e formate da materia degenere, la cui componente predominante è costituita da neutroni mantenuti insieme dalla forza di gravità. Le loro caratteristiche fisiche di densità sono più vicine a quelle dei nuclei atomici piuttosto che a quelle della materia ordinaria composta da atomi. Le stelle di neutroni ruotano in modo molto rapido attorno a se stesse dopo la loro formazione.

Lascia un commento